Archivi categoria: Analisi

La Fed ha alzato I tassi: l’imprevisto che potrebbe capitare

Molti pensano che i cambiamenti dei tassi di interesse negli Usa siano piccoli, e quindi di scarsi effetti. Invece il 2016 dell’economia americana sarà largamente dominato dagli eventi inattesi conseguenti all’aumento progressivo dei tassi di interesse. Anche se non ci sarà una recessione, aspettiamoci più della reazione mite dei mercati nel giorno dopo.

USA: il 2016 e la mini stagflazione

Il 2016 potrebbe portare agli americani una mini-stagflazione. L’inflazione USA è allo 0,2 per cento, ma questo è dovuto all’impatto deflazionistico di tre settori: il cibo, depresso insieme ai prezzi agricoli, l’energia e i prezzi alla produzione dei beni. In realtà, l’inflazione è vicino al target se si escludono questi prezzi; i salari orari crescono oltre il target e le case al doppio del target. Gli interessi reali, se misurati bene, sono anche essi troppo bassi. Per questo il rialzo dei tassi è necessario e, forse, addirittura tardivo.

Topping the business cycle?

Oltre a essere incompleto, il Pil è anche impreciso, non è adatto ai tempi rapidi delle decisioni di oggi e per giunta arriva in ritardo. Quanto meno si deve integrare con altri indicatori. Proprio usandoli, in questi giorni, emerge un dubbio: e se fossimo al vertice del ciclo?

As well as being incomplete, the GDP is also inaccurate, is not suitable for rapid decisions today and in addition is always realesed too late. Is a good practice reading it with other indicators. Some of them tell us we could be at the top of the business cycle, yet.

L’importanza dei cicli secondari in borsa e un indicatore per identificarne gli estremi

Con il venir meno dei trend secolari primari positivi della Borsa, gli investitori devono sapere identificare i trend secondari, per proteggere le performance o per adottare strategie long/short. Efficacia di un indicatore che cerca i punti estremali dei cicli secondari. ***
With the disappearance of the primary growing secular trends, investors need to identify the secondary trends, to protect their performances and to run long / short strategies. The effectiveness of an indicator built to identify the extremal points of secondary Stock Market cycles is tested in this post.

Congiuntura: USA ed Europa divergono. I risultati del nuovo indicatore BWI

BWI-US e BWI-EU sono due nuovi indicatori proprietari del ciclo economico reale dell’economia americana e dell’eurozona.

BWI-US and BWI-EU (Business Indicator Watcher) are proprietary homogeneous indicators of the business cycle in the U.S. and in the eurozone. They anticipate the performance of the GDP. Both are currently in “safe zones”, ie do not foresee a recession, as indicating a weakening of of the eurozone vis-a-vis a strengthening of the American economy.