Archivi tag: Borsa

Il rally della Borsa è finito? Mercato tecnico contro mercato fondamentale

L’analisi tecnica tradizionale è una disciplina empirica. 4forTech è invece un modello di analisi tecnica di Borsa statisticamente provata. Utilizza dati diversi dai soli prezzi e in particolare anche la Skewness. Può essere la base di un trading system per guadagnare nei rally, anche quando non sono sostenuti dai fondamentali

L’importanza dei cicli secondari in borsa e un indicatore per identificarne gli estremi

Con il venir meno dei trend secolari primari positivi della Borsa, gli investitori devono sapere identificare i trend secondari, per proteggere le performance o per adottare strategie long/short. Efficacia di un indicatore che cerca i punti estremali dei cicli secondari. ***
With the disappearance of the primary growing secular trends, investors need to identify the secondary trends, to protect their performances and to run long / short strategies. The effectiveness of an indicator built to identify the extremal points of secondary Stock Market cycles is tested in this post.

Rischi estremi: la rete neurale che avrebbe evitato 487 punti di perdite sull’SP500

Since 1987, Stock Investors know they are exposed not only to the normal market risk, but also to the risk of extreme variation of asset prices. Extreme risks are not managed by the normal financial practice and there are not any specific instruments to hedge for them. We approached the problem by using a sentiment indicator to decide when it should be better to stay aside to the market. This approach produced good results, particularly using neural models integrating real and monetary variables with the Bull Bear Spread.

Il 2014 e gli scenari estremi

Alla fine del QE, un enorme potere di acquisto sarà stato creato dal nulla. Se il Pil crescerà corrispondentemente, andrà bene. Se nessuno vorrà mai spenderlo, andrà ancora bene. Ma se si cercherà di spenderlo senza trovare i beni aumenteranno i prezzi di questi. Ma se i prezzi dei beni saranno contenuti dall’abbondanza di lavoro e di capitale, allora saranno i titoli di credito a dover scendere di prezzo.